VOGHERA (PV)

Domenica 29marzo 2009

“I COLLI TORTONESI”

 – Manifestazione ciclistica Fondo e Cicloturistica non agonistica su strada, aperta a tutte le categorie Udace ed Enti Consulta, organizza l’ASD S.C. Dopolavoro Ferroviario Voghera (DLF)  e la collaborazione tecnica dell’Udace di Pavia.

Direttore di Corsa: Sergio Beltrametti .

Giudici: Presidente: Umberto Bauer-Componente: Giordano Tambornini.

Percorso: La gara parte da Voghera e ci si dirige verso Rivanazzano e Casalnoceto, la strada è in leggera salita, attraversato il paese di Casalnoceto ci si dirige verso il caratteristico borgo di Volpedo, paese natale di Pellizza da Volpedo, autore del noto dipinto "Il Quarto Stato". Si esce da Volpedo per entrare nella Val Curone, la strada sale costegginado il torrente Curone, si attraversano i paesi di Monleale, Barca, Brignano Frascata raggiungendo infine San Sebastiano Curone. Qui si attraversa il torrente Curone e svoltando a destra ci si dirige verso la prima difficoltà della giornata..la salita di Dernice (600 m). La strada sale regolarmente per circa sei chilometri tranne un breve tratto di circa 200 metri che si fanno sentire sotto i pedali. Si passa il paese di Dernice e si corre veloci verso lo strappo di Montebore..qui per circa 550 metri la strada è difficile e giunti in cima troveremo il ristoro e il controllo. Si scende veloci su una strada ben asfaltata e con molte curve (prestare la massima prudenza) dopo circa 5 km la discesa si fà più dolce e si raggiunge in piano la Val Grue. Il percorsoattraversa il torrente Grue e svoltando a sinistra e prosegue attraversando il paese di Garbagna e appena usciti dal paese si svolta a destra per andare ad iniziare la seconda salita che porterà in circa otto chilometri a San Martino di cui quattro sono di salita. Si inizia la salita detta del Ciligio perchè rinnomata è la coltivazione delle ciliegie in questa zona, la salita presenta tratti anche al 10% ma non è particolarmente difficile. In cima la strada prosegue per circa tre chilometri in falsopiano in un continuo saliscendi, si arriva a Sorli e quindi a San Martino dove inizieremo la discesa verso Vargo. Discesa veloce (prudenza), quasi al termine della discesa i concorrenti svolteranno a destra per Sardigliano..un leggero strappo porta i concorrenti al paese, qui svolteranno a destra per iniziare la terza salita del percorso per raggiungere dopo aver attraversato i paesi di Bavantore e Bavantorino la località di S. Agata Fossili. Discesa veloce su strada larga..ci si dirige svoltando a destra e in salita andimo verso Carezzano che attraverseremo per raggiungere il Passo Coppi. Qui volgendo lo sguardo sulla destra vedremo il paese di Castellania (paese natale di Fausto e Serse Coppi) inizieremo la discesa, attraverseremo il paese di Costa Vescovato...e su strada in falsopiano raggiungeremo Cerreto Grue, dove svoltando a sinistra inizieremo la facile salita che ci porta a Sarezzano (290 m). Ultimo strappo, scenderemo veloci verso la valle Grue e alla fine della discesa svolteremo a sinistra per raggiungere Viguzzolo, Tortona , Pontecurone e infine Voghera su strada bella e sempre in leggera discesa, pari a km 117 ca. La fondo è caratterizzata da sei salite, di media difficoltà, che non impegneranno particolarmente i concorrenti..

Ritrovo: il ritrovo è previsto alle ore 6.30 presso il Centro Polifunzionale Auser (Piscina comunale di Voghera). Partenza: è prevista alle ore 9.30 da via Zanardi Bonfiglio a Voghera (a 200 metri dal ritrovo di partenza).

La punzonatura all'entrata della propria griglia è obbligatoria.

Il tempo massimo stabilito è di 6 ore.

Arrivo: dalle ore 12,00 alle ore 16,00 (chiusura gara)

Servizi: rifornimenti lungo il percorso, docce, pasta party finale, del parcheggio auto e camper.

Premi: trofei, coppe e  medaglie d’oro e borse prodotti alimentari locali.

Si ricorda l’uso obbligatorio del casco integrale  e il rispetto del codice della strada.

 

 

 

 

FREDDO, NEBBIA E PIOGGIA INCESSANTE

HANNO ROVINATO UNA BELLISSIMA MANIFESTAZIONE,

MA NON HANNO FRENATO LA CORSA DI CRISTIAN PEROTTI,

VINCITORE INCONTRASTATO

 

 

 

 

Il tempo non è stato clemente con i ciclisti che oggi si sono dati appuntamento a Voghera (PV) per disputare la seconda edizione della Fondo “I Colli Tortonesi - I Luoghi di Coppi e Pellizza da Volpedo”. Organizzata dal Gruppo Ciclistico DLF Voghera, conosciuto per la affermata Granfondo ULTRAPADUM, questa gara raccoglie l’eredità della “I luoghi di Pellizza da Volpedo” svoltasi per la prima volta nel 2007 con un percorso simile e sospesa lo scorso anno per problemi organizzativi in seno alla società. Il panoramico percorso della Fondo, modificato rispetto all’originario a causa di alcune strade dissestate, si è snodato per 117 km tra i colli Tortonesi, delle valli Curone, Grue e Ossona nonché della Val Borbera, mettendo i ciclisti a dura prova nelle sei salite di media difficoltà: Dernice (600 m), Montebore (700 m), S. Martino (560 m), Sardigliano (300 m), Passo Coppi (357 m), Sarezzano (290 m). Le condizioni atmosferiche avverse (7°C di media, pioggia incessante e fitta nebbia in collina) hanno infatti causato parecchie defezioni: ai cancelletti di partenza si sono presentati in 105 su 318 iscritti. E a concludere la gara sono stati solo in 62! Da elogiare, quindi il giovane Senior di Dorno (PV) Cristian Perotti (ASD Zenaprobike Team Ecoge) che, con un tempo di 3:32:53 e una media di 32,98 km/ora, si è classificato al primo posto davanti a Dario Travellini (ASD Team Aurea Immob, 3:35:36) e a Marco Stoppa (ASD Cicli Spreafico Velo Plus, 3:35:37). E, soprattutto, Fabia Sartori (4:22:09), unica donna che ha terminato il percorso classificandosi al 44° posto, con una media di 26,78 km/ora.  “È stata una bella corsa, ben organizzata – afferma Cristian Perotti -. Purtroppo le basse temperature e la pioggia hanno influito negativamente sullo svolgimento della gara. Anche se, come nota di merito, bisogna sottolineare che gli organizzatori hanno mantenuto l’impegno senza annullare la corsa, come è avvenuto altrove.” E prosegue: “Non mi aspettavo di vincere, anche perché il livello è generalmente alto. Ci vuole sempre un pizzico di fortuna e il clima opera una selezione naturale: in questo senso sono avvantaggiato perché la pioggia non richiede nel mio caso uno sforzo maggiore. Nella I Colli Tortonesi le maggiori difficoltà sono state le salite e le discese tecniche che, con l’asfalto bagnato, diventano anche pericolose. Per non parlare poi della nebbia, che abbiamo incontrato in collina: verso Castellania la visibilità era veramente ridotta a 200 m”.  Perotti è partito in fuga in un gruppetto di cinque ciclisti. E conclude: “Dopo soli 10 km eravamo rimasti in quattro e sull’ultima salita mi sono ritrovato solo a percorrere gli ultimi 20-25 km”. “È stata dura, soprattutto per la pioggia battente che ha trasformato salite e discese in prove selettive – prosegue Dario Travellini -. È la prima volta che partecipo alla I Colli Tortonesi e, nonostante conoscessi un po’ il percorso, non pensavo fosse così impegnativo. Devo ammettere di essere stato fortunato a trovarmi nel primo gruppetto in fuga…”

Il prossimo appuntamento è per la 16° Granfondo ULTRAPADUM, in calendario a Voghera (PV) domenica 13 settembre 2009.

 

 

CLASSIFICA SOCIETA’

 

1° IL BRANCO PV

2° Pedale Bronese PV

3° Ciclistica Brugherio MI

4° Girardengo Cassano Spinola AL

5° G.S. Esercito

 

 

Michele Pireddu e Marinella Croci by “il Lunedi” Pavia