12 febbraio 2006

LOCALITA’

AUZZATE

SOCIETA’  ORGANIZZATRICE

A.S.D. ALBERTONI FAR

PRESIDENTE  SODALIZIO

GIULIO MORETTI

TITOLO  MANIFESTAZIONE

G.P. ALBERTONI FAR

FOTOGRAFO

PINO BRANCACCIO  ciclismoaltomilanese.it

MISS

ELENA MORETTI

SPEAKER

ARNALDO PRIORI

 

CHIUSURA STAGIONALE DEL CICLOCROSS

 

AUZZATE  NO

 

Come consuetudine, la gara della società di Giulio Moretti, l’A.S.D. Albertoni –Far, pone il sigillo ad un’intensa  stagione che ha avuto il suo culmine con le gare tricolori di Capolago e di Paullo.

E per il secondo anno consecutivo, i portacolori dell’Albertone-Far, hanno festeggiato nella corsa di casa, la fresca maglia tricolore che vestiva i due junior, Simone Favaro, e Edmil Albertone, che hanno conquistato i primi due posti dell’ordine d’arrivo, relegando Graziano Bonalda al terzo posto.

Nona vittoria stagionale per  il cadetto Massimo Pagani, che supera il novarese Andrea Perini.

Angelo Tosi chiude una stagione sfortunata, che lo ha visto sempre in forma, ma con un problema muscolare che ha coinciso con le gare titolate, alle sue spalle un superbo Marco Vacchini, s’impone sul nutrito lotto dei piazzati, superando il sempre presente Giorgio Vianini.

Undici sono le affermazioni di Angelo Pagani, il varesino sempre al comando, lascia gli avversari a contendersi la piazza d’onore che premia Domenico Feltrin, alla sua miglior prestazione annuale, davanti a Fausto Bellotti.

Assente il mattatore di stagione, lotta serrata tra i gentlemen, con Francesco Buttò che tiene la testa per alcuni giri, poi anche a causa di una foratura, viene raggiunto da Marco Ciccardi, “che viaggiava a pochi secondi” i due percorrono assieme  la seconda metà gara, poi nelle fasi finali Ciccardi accellera e Buttò alza bandiera bianca, a pochi secondi arriva Lucio Pirozzini.

Giancarlo Santandrea, rovina la festa al campione Felice Uboldi, nel giorno del suo compleanno, il tricolore si deve inchinare al varesino che archivia una stagione sfortunata con una vittoria augurale per il prossimo anno, alle spalle dei due mattatori, il “condor” Gregorio Sottocorna  fresco tricolore a staffetta.

Offrono spettacolo i primavera, con il ticinese Alex Galli che conferma la sua supremazia, ma si avvicina di molto il tricolore Andrea Costi, autore di una prestazione maiuscola, medaglia di bronzo per Simone Roverselli.

Il debuttante Alessio Marchesa Rossi colleziona la sedicesima affermazione superando i corridori di casa Michele Roverselli  e Mattia Amoruso.

Si diverte, e diverte Laura Caldiroli, la tricolore donne partita con i gentlemen, a capace di arrivare quarta assoluta, la piazza d’onore, alla compagna tricolore di staffetta Bruna Cancelli, rompe l’egemonia dei “Caroni”, Clara Perletti della cicli Battistella.

Ultima vittoria di giornata per il senior Emilio Caroni, una segnalazione di merito per il piazzato Emanuele Rogora, autore di una gara regolare, e suo miglior piazzamento, davanti allo specialista Antonello Toniolo.

Prima della premiazione, consueta tavolata di fine anno con le “Torte” preparate dalla mogli dei corridori, con spumante e “Coca-Cola” per gli astemi, in un clima festoso, nonostante il clima rigido che fa da contorno ad una giornata di sole splendente.

Molto apprezzate le bevande calde, offerte dall’organizzazione a tutti i presenti, durante le gare.

Con la miss Elena, e la super visione del presidente Giulio Moretti, si procede alla premiazione che coinvolge tutti i partecipanti.

Fotografie di “ciclismoaltomilanese”

                                                                                                  

      

             Arnaldo  Priori    

il servizio fotografico di questa settimana sarà un pò "particolare"

Tutti i vincitori di Auzate in una posa "comica"

Il presidente del CP di Novara, Filippini, con i suoi gioielli : Albertone e Favaro, neo campioni italiani di staffetta

Giuseppe Scerra e i giudici al lavoro

partenza senior
non si tratta di incidente, Riccardo Barbero stremato dallo sforzo dopo l'arrivo

cambio bici per Buttò