18 APRILE

INTERNAZIONALE

ELITE/UNDER 23

45° GRAN PREMIO PALIO DEL RECIOTO – CLASSE 1.2 ME - Org.: A.S.D. Grandi Eventi Valpolicella – Via IV Novembre, 7 – 37024 Negrar (Verona) – Tel. 045/600.03.30 – Fax. 045/750.23.29 – E-mail: sofibsrl@tiscali.it Iscrizioni: tramite bollettino di iscrizione – Composizione squadre: 6 atleti – Verifica licenze: martedì 18 aprile dalle ore 9.00 alle ore 11.00 a Negrar presso le scuole medie statali “E. Salgari” in via Degli Alpini tel. 045/60.00.885 – Riunione Tecnica: ore 11.30 presso i locali delle scuole medie “E. Salgari” – Partenza: ore 14.00 da Negrar in viale Mazzini – Percorso: Negrar – S. Maria, Pedemonte, Arbizzano, S. Maria, Negrar, Curva del Ferar, Negrar da ripetere 5 volte indi Curva del Ferar, Loc. Osteria Nuova, Mazzano, Fane, Corrubio, Castelliere, Cerna, Prun, Fane, Mazzano, Negrar – per un totale di km. 149.00. Direttore di Organizzazione: Contin Agostino – Giuria: Presidente: Berrini Ermanno – Componenti: Zonca Giovanni, Pederzoli Roberto – Giudice Arrivo: Canazza Giuseppe – Componente su moto: Muzzioli Simona.

                                                                                                NEGRAR, 18 Aprile 2006.

 

45° GRAN PREMIO “PALIO DEL RECIOTO” – GARA CICLISTIUCA INTERNAZIONALE CATEGORIA ELITE-UNDER 23 – organizzazione ASD “Grandi Eventi Valpollicella”, disputata martedì 18 aprile 2006, km.149.

 

Ancora molti stranieri tra i “Top-Ten” di questa entusiasmante edizione del Palio del Recioto però il vincitore è finalmente un italiano, Ermanno Capelli dell’Unidelta, avezzo a trionfare in solitudine, oggi ha conquistato il traguardo di Negrar in solitudine anche se per soli cento metri sul danese Jorgensen, dopo un assolo di circa 4000 metri.

Bergamasco di Villa D’Almè,  secondo successo stagionale, è nato il 9 maggio 1985 e promette una stagione assai positiva che potrebbe aprirgli le porte al professionismo, soprattutto se supererà l’esame del prossimo Giro delle Regioni che disputerà con la squadra Nazionale convocato dal CT Sandro Callari.

Valida spalla per il vincitore, è stato il suo coequipier Francesco Gavazzi (Talamona, 01/08/1984), che lo aveva aiutato sull’ultima ascesa di giornata, il  GPM del Castellier, una salita  di 10 chilometri circa, un po’ tosta  appesantita dalla pioggia e dalle ripetute dello Jaco e Curva del Ferar, che avevano già fortemente ridotto il numero dei superstiti.

Sulla salita del GPM sono le truppe di Leali a scandire il ritmo con l’ausilio di un pimpante Marco Corti, poi sarà Francesco Gavazzi a tentare il colpo del finisseur, è giusto che sia così perché il gioco di squadra lo impone e, quando ci sarà la rasoiata di Capelli, non c’è più scampo per nessuno. 4000 e rotti metri al cardiopalmo ma, la classe è classe, non si discute : Ermanno Capelli, è solo per il bis della vittoria conseguita a Col, San Martino, un bis che per la categoria del dilettanti, può valere il “Visto d’Ingresso” tra i professionisti ma che, sicuramente, impreziosice oltre che una stagione, anche una carriera, in una gara che vanta un albo d’oro importante, una gara vinta anche da un certo Fabian Cancellara! Complimenti a Capelli e al suo Team, l’Unidelta Garda di Bruno Leali.

                                     Vito Bernardi

 

(Un particolare ringraziamento al fotoreporter “Hors Categorie” Antonio Pisoni “By Buscate”)

 
ORDINE D'ARRIVO


1. Ermanno Capelli (Unidelta Gls Garda) km 149 in 4h 03’ media/h 36,790; 

2. Jonas Aaen Jorgensen (Den, Team Gls) a 10”

3. Marco Corti (Bergamasca 1902 Las Helmets); 

4. Jure Kocjan (Slo, Radenska Powerbar); 

5. Francesco Gavazzi (Unidelta Gls); 

6. Alessandro Colò (Promo Ciclo); 

7. Filippo Savini (Filmop Sorelle Ramonda Parolin); 

8. Daniel Mc Connell (Rsa, Ais Cycling Team); 

9. Luca Zanderigo (Filmop Sorelle Ramonda Parolin); 

10. Alex Rocca (Unidelta Gls Garda).

l'arrivo di  CAPELLI

il vincitore dopo l'arrivo

IL PODIO

passaggi

passaggio pittoresco sotto i ciliegi in fiore

passaggio sotto il palco