Cesano Maderno 26 Marzo 2005.

Presentazione Team Femminile “SC Cesano Maderno-Servetto” 2005

 

Presentata a Cesano Maderno la squadra agonista femminile della “S.C. Cesano Maderno Servetto” che nel 2005 continuerà la tradizione ciclistica in rosa con un organico di diciannove ragazza fasciate con la classica livrea rossa con al centro il marchio “Servetto” del Patron Ezio Terragni.

Le “rosse di Cesano”, saranno guidate in ammiraglia dal direttore sportivo Guido Roncolato con la collaborazione del suo vice, Giancarlo Beretta con debutto agonistico a Soliera nel modenese in occasione della classicissima di apertura per la categoria “donne allieve”, la Popolarissima della Pace di 38 km. Proseguiranno poi le altre gare del calendario regionale e nazionale, con obiettivi principali il Campionato Provinciale, che si disputerà proprio a Cesano Maderno il prossimo 28 maggio; il Campionato Italiano su strada, a Padova il 23/24 luglio.

Particolare cura sarà riservata anche ad altri importanti traguardi come la Coppa Rosa, una perla del calendario femminile in calendario a Borgo Valsugana, (Trentino) e la seconda edizione della Cesano-Madonna del Ghisallo, ultima gara su strada il prossimo 10 ottobre. La SC Cesano Maderno Servetto, parteciperà anche alle gare del calendario di ciclocross per confermare la propria leadership nel Trofeo Lombardia e, soprattutto, nel Campionato Italiano della specialità.

Questi gli organici 2005 :

Giovanissime : Chiara Vannucci e Mara Luongo.

Esordienti : Jessica Agnelli, (Campionessa Regionale su strada), Chiara Cantatore; Stefania Difilippo, Valeria Difilippo, (Campionessa d’Italia ciclocross), Elisabetta Girardi, Ilenia Manenti, Samantha Pagani, Debora Rigamonti, Corinne Russo, Francesca Stefanelli e Laura Vergani.

Allieve : Martina Bongi, Corrada Corte, Martrina Giovanniello, (Campionessa Regionale Mountain Bike), Luna Girani, (Vice Tricolore Ciclocross), Federica Primavera, (ex campionessa italiana esordienti) e Stefania Vecchio.

 

                                     Vito Bernardi